Browsing Tag:

pentola.a.pressione

Senza categoria

P come Purè di Patate Vitelotte

Dopo le carote viola, ecco un altro acquisto insolito e, lasciatemelo dire, moolto chic! Le patate Vitelotte hanno la buccia blu-nera e polpa viola, sapore dolce di castagna e la consistenza farinosa. Ottime quindi per gnocchi “d’effetto” e puré. Per conoscerle, ho preparato il purè (se volete un chiarimento linguistico sull’etimologia della parola, aprite il link), tra l’altro mantecato solo con l’olio (ho scelto un toscano di Leccina, molto delicato). Immaginate un pò la faccia di Pietro davanti al purè viola…
Ingredienti per 2-3 persone
4-5 patate viola di medie dimensioni
Olio Evo
Una grattatina micro di noce moscata
Erbette fresche (salvia o basilico)
Fleur de sel
Ho fatto cuocere nella pentola a pressione le patate sbucciate e tagliate a tocchi, 7 minuti dal sibilo. Appena tolte dal fuoco, le ho passate nello schiacciapatate direttamente nella casseruolina dal fondo spesso. Ho aggiunto 3-4 cucchiai di olio, la noce moscata e ho continuato a mescolare fino a quando il puré è diventato lucido e ben amalgamato. Ho completato con il fleur de sel e qualche fogliolina di erbetta profumata.

Senza categoria

B come Bocconcini di Vitello Porri e Limone

Ho fatto la grossa, ho invitato a pranzo i miei suoceri appena rientrati da una vacanza. Torta sfornata, lasagne pronte da cuocere… ma tutto qui? Oddio, niente antipasti e troppo tardi per fare la spesa, niente secondo? Avevo tutto in congelatore, tranne una confezione di spezzatini di vitello. Bingo! Arraffo nel frigo un porro, un limone e la ciotolina di besciamella vegetale che avevo avanzato dalle lasagne. Modalità pentola a pressione ON e si parte. Mio suocero mi ha omaggiato di pulitura del piatto con scarpetta, non da galateo, lo so… però una soddisfazione!
Ingredienti per 5 persone
500 gr di spezzatino di vitello
1 gamba di sedano verde
1 porro
Olio Evo
Vino bianco
il succo di un limone
Dado
Maggiorana e erba cipollina 
Crema di riso
Nella pentola a pressione ho scaldato l’olio e ho fatto insaporire il sedano tagliato a tocchetti e il porro sottile sottile. Intanto ho salato e pepato il vitello e l’ho infarinato per bene. L’ho messo a rosolare e l’ho bagnato con un dito di vino. Ho spolverizzato con un paio di cucchiaini del mio dado, ho coperto con l’acqua e ho chiuso il coperchio. Dal sibilo ho contato 20 minuti. A cottura terminata, ho tolto i bocconcini, ho aggiunto il succo di limone, la crema di riso e ho fatto ridurre a fuoco alto. Ho frullato con il minipimer e messo le erbe aromatiche e ho rimesso la carne. Ho tenuto in caldo e servito con la cremina.

Senza categoria

O come (L') Ossobuco.

Comfort food invernale. Fatto in pentola a pressione, come da insegnamenti della Piciu. Veramente semplice e buonissssssimo. Il marito carnivoro ha annusato il profumino appena aperta la porta e ha fatto il bis, quale miglior complimento?!
Ingredienti per 2 persone con bis  🙂
4-5 Ossibuchi di vitello
Olio
Sedano, carota e scalogno
1 spicchio di aglio in camicia
2 Pelati
Vino Bianco
1 scorzetta di limone
Dado granulare o Brodo
Prezzemolo
Nella pentola a pressione, ho fatto un soffrittino con aglio e odori. Intanto ho salato e pepato gli ossibuchi e li ho passati nella farina un paio di volte. Li ho fatti rosolare bene e li ho sfumati con il vino, ho aggiunto la scorza del limone  e i pelati schiacciati grossolanamente con la forchetta. Io non avevo brodo pronto e allora li ho coperti a filo con acqua e aggiungendo 2 cucchiaini del mio dado. Ho chiuso il coperchio e ho fatto andare per 30 minuti dopo il sibilo. Insalata e una fetta di pane di segale per completare.

Senza categoria

V come Vellutata di Zucca Mostruosamente Buona

Come ti faccio una vellutata in 10 minuti. A dire il vero gli ingredienti principali dovevano servire per preparare gli gnocchi di zucca per il pranzo domenicale. Ma mia suocera è arrivata con uno splendido cabaret di tortelli appena fatti! Ho riposto tutto in frigo fino al momento della cena. E armata del mio fido minipimer abbiamo prodotto questa cremina liscia e delicata, con un aggiunta di croccante e saporito.
Ingredienti per 4 persone
300 gr di zucca cotta al vapore
150 gr di ricotta
1 fetta tagliata spessa di spek
2 fette di pane integrale ai semi di girasole
2-3 mestoli di brodo
Sale e Pepe qb
In una pentola ho fatto scaldare i pezzi di zucca già cotti con qualche mestolo di brodo (regolatevi con la vostra, se è rimasta asciutta o meno). La mia era una parte della zucca toscana, rimane molto dolce e acquosa rispetto alla nosta “bartagnina” piacentina e l’ho trovata ottima per le zuppe. In una padellina intanto ho fatto diventare croccanti lo spek tagliato a listarelle e dei crostini di pane integrale.
PS con questo post partecipo al concorso di Halloween di Laurel Evans (emotionsss, è la mia prima volta!)

Senza categoria

V come Vellutata di Finocchi

La periodica sistemazione del frigo e della scoperta che avevo impostato la temperatura a +3°C, mi ha costretto ad un recupero di verdura ghiacciata con l’ennesima vellutata. Di buon ora, come al solito, ho tirato fuori la mia pentola a pressione e ho preparato tutto. La ricetta è molto light, per renderla sfiziosa l’ho servita con questi taralli. E solo alla fine della cena, ho rivelato ad Alberto che era fatta con i finocchi, la verdura che più odia… Hihihihihihi (risata diabolica n.d.r.)
Ingredienti
3 finocchi
3 fettine di zucca
2 patate piccole
2 scalogni
1 lattuga baby
1 gambetta di sedano
Olio Evo
Sale
Direttamente nella pentola a pressione, ho scaldato qualche cucchiaio di olio e ci ho fatto rosolare lo scalogno tritato e il sedano tagliato a pezzettoni. Ho pulito i finocchi e li ho fatti a fettine, le patate sono diventate a tocchetti e la lattughina tagliata grossolanamente. Ho messo tutto in pentola, insaporito per qualche minuto, ho quasi coperto con l’acqua e aggiustato di sapore. Ho fatto cuocere 20 minuti dal sibilo. Ho frullato tutto con il minipimer, molto bene per non far sentire i filamenti dei finocchi. Il colore è un pò spento, ma il profumo è dolcissimo.

CONSIGLIA Torta di mais